Energia, Napoli capitale delle fonti rinnovabili

Un fatturato di oltre un milione di euro: una cifra non certo da capogiro, ma che fotografa il volume d’affari delle sole aziende installatrici del settore elettrico in Campania che operano nel segmento delle  rinnovabili e dell’efficienza energetica. EnergyMed, la mostra convegno sulle fonti rinnovabili e l’efficienza energetica nel Mediterraneo, in programma a Napoli dal 14 al 16 aprile alla Mostra d’Oltremare, sarà dunque il palcoscenico per eccellenza degli operatori del settore, che contano nella nostra regione oltre 10mila posti di lavoro. Ma la realtà è ancora più determinante si si allarga il “quadro” all’intero Mezzogiorno: il numero di occupati nel settore delle rinnovabili nel Centro-Sud Italia è di 60mila addetti, di cui 5mila nell’eolico, 2.850 nel fotovoltaico e 12.500 nelle biomasse. Il resto dell’occupazione è distribuita tra geotermico, solare termico, mini-idraulico e altre forme di produzione minore.
EnergyMed, il più importante appuntamento del settore dell’energia “pulita” del Sud Italia e dell’area del Mediterraneo, organizzato dall’Anea (Agenzia Napoletana Energia e Ambiente) e realizzato in collaborazione con gli enti promotori Arin, Enel e Sonepar Italia e con la partnership delle Province di Napoli e Benevento, Comune di Napoli, Tirreno Power, Napoletanagas e Mostra d’Oltremare, vedrà la partecipazione di 200 espositori che presenteranno le nuove tecnologie per la produzione e l’utilizzo delle fonti rinnovabili, in uno spazio di ottomila metri quadrati tra coperti e scoperti. Anche i non addetti ai lavorio potranno accedere all’esposizione per trovare, grazie alle tre aree info point allestite, per migliorare il risparmio energetico: il Gse (Gestore Servizi Elettrici) per i contributi denominati “Conto Energia” per il fotovoltaico; il Poi Energia (Programma Operativo Interregionale) per la produzione di energia da fonti rinnovabili nelle quattro regioni di Convergenza (Campania, Calabria, Puglia e Sicilia); Energy Network, rete per il risparmio energetico che presenterà la nuova iniziativa per le imprese finalizzata a facilitare l’accesso agli incentivi dei Certificati Bianchi. Il salone infatti presenterà una suddivisione in tre aree con saloni tematici dedicati all’edilizia sostenibile, Ecobuilding, che punta su progetti di costruzione e ristrutturazione finalizzati all’efficienza energetica; al MobilityMed, il salone della mobilità sostenibile e Recycle, il salone dedicato al recupero di materia ed energia dai rifiuti.
I visitatori potranno usufruire anche di alcune iniziative di EnergyMed, come quelle dedicate alla mobilità sostenibile come: Roadshow GoPedelec, prove di biciclette elettriche a pedalata assistita per sperimentare un mezzo di trasporto versatile ed ecologico; Test drive Low Emission, la possibilità di guidare vetture elettrica, a metano e a Gpl. EnergyMed rappresenta anche un’opportunità per i neo laureati. Alla migliore tesi di laurea sul risparmio energetico, del biennio 2009-2010 andrà il Premio Nino Alfano: una borsa di studio di duemila euro. A vincere il premio quest’anno due studenti del Politecnico di Milano, Lazzaro Zavatta e Gianluca Vitali, con la loro tesi dal titolo “Indicatori per la diagnosi energetica degli ospedali”.
La mostra convegno, dedicata agli operatori del settore, ma anche aperta al pubblico con biglietto a 5 euro, sarà aperta dalle ore 9.30 alle ore 19.30 con ingresso da Viale Kennedy.

fonte: (© Editoriale Il Denaro SpA – www.denaro.it)