Cava de’ Tirreni, il cittadino potrà controllare le opere pubbliche attraverso il sito

A Cava de’ Tirreni il cittadino potrà controllare le opere pubbliche attraverso il sito web del Comune. La promessa, in tal senso, arriva direttamente dal sindaco Vincenzo Servalli che, durante lOpen Data Day, svoltosi nell’Aula Magna del liceo scientifico Andrea Genoino, ha accolto la proposta della professoressa Daniela Vellutino, docente di Comunicazione pubblica e linguaggi istituzionali all’Università degli studi di Salerno. L’Open Data Day si è tenuto sotto la regia della prof.ssa Rita D’Ancora, responsabile del progetto “A Scuola di OpenCoesione”, che vede coinvolti i giovani studenti della classe IV A, i cosiddetti Boulevard Guys.

sindaco cava

La prof.ssa Vellutino, partendo dal significato della parola trasparenza con riferimento alla caratteristica e alla proprietà di essere trasparente, ha tenuto una stimolante discussione interattiva con gli studenti presenti in aula: “Una Pubblica Amministrazione che non è trasparente è una Pubblica Amministrazione che nasconde qualcosa – ha spiegato -. È necessario che una Pubblica Amministrazione sia trasparente per combattere la corruzione e le forme di evasione. Il percorso intrapreso dai Boulevard Guys può essere d’esempio ad altri cittadini che vogliono praticare il monitoraggio civico e controllare i progetti finanziati con i fondi pubblici”. “Per questo – ha aggiunto – propongo al sindaco di attivare una sezione del sito web istituzionale dedicata al monitoraggio civico con una redazione composta dagli studenti della IV A del liceo scientifico ‘A. Genoino’, che possono insegnare ad altri studenti e ai cittadini comuni in che modo monitorare le opere pubbliche”. La trasparenza amministrativa è fondamentale sia per i dirigenti pubblici sia per i cittadini, che possono così controllare l’ operato dei dirigenti affinchè essi siano più sensibili e rispettosi dei beni pubblici. Il sindaco Servalli ha accolto la proposta della docente universitaria e ha evidenziato le azioni promosse dalla sua Amministrazione sul fronte della trasparenza e della comunicazione con l’obiettivo di rendere più partecipi i cittadini alla vita politica della città metelliana. L’evento era stato aperto dal saluto della dirigente scolastica, prof.ssa Maria Olmina D’Arienzo, che si è complimentata con gli studenti per il duro lavoro svolto fino ad oggi. Lo studente Vincenzo Riccio, project manager del team, dopo aver spiegato brevemente lo scopo del progetto e il significato degli Open Data, ha passato la parola agli altri referenti coinvolti in qualità di relatori: Arianna Armenante ha parlato della Giornata della trasparenza, Laura Rispoli ha illustrato il progetto “La storia infinita del trincerone” nell’ambito del progetto “A Scuola di OpenCoesione”, Francesca Angrisani ha trattato il tema Noi e gli open data.

locandina

Il moderatore Riccio ha concluso i lavori ringraziando gli ospiti intervenuti, il Dirigente Scolastico e, dulcis in fundo, la prof.ssa Rita D’Ancora, anima del progetto di monitoraggio civico illustrato. Nella seconda parte della giornata si sono tenute alcune attività di laboratorio e, con l’insegnamento pear to pear, i Boulevard Guys hanno mostrato ai compagni di altre classi come lavorare con gli open data. BP